Quella voglia di essere già arrivata all’obiettivo…

“Chi va piano va sano e va lontano”, quante volte mia mamma ha rivolto a me questo proverbio, insieme ad un altro suo classico “si chiude una porta e si apre un portone” e di questo magari ne parliamo un’altra volta. 

Lavorare sulle abitudini, lo stile di vita o un percorso alimentare terapeutico vuol dire affrontare tutta una serie di resistenze e uno dei primi problemi che si incontrano è la voglia di aver raggiunto già l’obiettivo. A dirla così sembra strano, perché voler arrivare velocemente al traguardo di solito è una bella cosa e un buon auspicio, a mio avviso però nel tipo di percorsi che seguo è una delle ragioni che portano al fallimento e a mollare tutto dopo poco.

Perché avere già voglia di essere arrivati, gustare già il successo ed essere finalmente chi si desidera è un approccio che non prende in considerazione la fatica. Sì, sì sto parlando proprio di fatica, quella del cambiamento. Io sono sempre un po’ sospettosa verso quelli che dicono “non ho fatto nessuna fatica a smettere di fumare”, e poi si scopre che hanno convertito la sigaretta con il cibo e mangiano per gestire stress e noia. Io ho totale fiducia nelle persone ma quando si parla di cambiare abitudini mi si rizzano sempre le antenne se la fanno facile.

Quando si parla di alimentazione, movimento o sonno le abitudini sono così ben rodate che un po’ di buona volontà e motivazione non bastano. Serve un piano, un piano fatto di piccole azioni che passo dopo passo ci portano all’obiettivo, che non raggiungeremo domani o tra qualche settimana ma forse tra mesi o un anno. Questo non lo scrivo per scoraggiarti, ma per esser chiara sull’importanza di non illudersi di essere già arrivati solo per aver deciso di lavorare sulle abitudini. E’ un grande passo avanti avere consapevolezza e sapere dove andare, ma ci sono resistenze imprevisti da gestire sulla strada e l’approccio tartaruga è meglio di quello della lepre. Si ha così il tempo di correggere le strategie e farle proprie. Gioire dei risultati ottenuti e darsi il tempo di ricostruire e formare una nuova identità aderente ai valori e alle nuove abitudini.

Troppa fatica? Non ce la farai mai? Vuoi tutto e subito? Meglio pagare a peso d’oro scorciatoie che non risolveranno il problema? Oppure continuare a lamentarsi di quello che non va e investire tanto tempo in ricerche e buoni propositi?

Non serve comperare tutto il set di pesi su Amazon, avere una libreria piena di libri di auto aiuto, ingredienti strani in dispensa o un plico di diete miracolose. Non serve un piano rivoluzionario se poi non si riesce a portare un frutto da casa, per più di un paio di giorni, invece che mangiare gli snack del distributore a automatico a lavoro. Non basta solo la teoria se poi non si mette in pratica e accetta di fare un po’ di fatica.

Servono piccole azioni e anche imparare a starci dentro. Cosa vuol dire starci dentro? A mio avviso cercare di fare il meglio possibile, anche se non è perfetto, ma presentarsi al cambiamento ogni giorno. Uscire a camminare anche se non si ha tutto il tempo che vorremmo, mangiare le verdure a tutti i pasti anche se l’insalata esce da un sacchetto o fare una buona scelta in mensa. Accettare che non filerà sempre tutto liscio ma continuare comunque.

“Alti e bassi” è una delle risposte che mi danno spesso le donne che seguo quando chiedo come sta andando. Alti e bassi non vuol dire che non sta andando, vuol dire che ci sono momenti in cui le cose risultano più facili e altri su cui bisogna ancora lavorare, ecco quello è vuol dire stare dentro al cambiamento.

Vale la pena essere compassionevoli e apprezzare queste fasi di cambiamento, la scoperta di noi che impariamo, correggiamo errori e troviamo soluzioni. Troppo sacrificio? Preferisci la via più facile e veloce? Oppure usare tempo ed energia a pensare a come sarebbe bello se tutto fosse diverso? Come va finire di solito? Il traguardo non lo raggiungi mai e addirittura nemmeno parti.

E se questa volta fosse diverso e se andando piano arrivassi davvero lontano?

Se ti interessa arrivare all’obiettivo contattami per avere info sui miei percorsi.

Pubblicato da Laura Endrighi

Psicologa esperta del comportamento alimentare e l'acquisizione di sani stili di vita e buone abitudini.

2 pensieri riguardo “Quella voglia di essere già arrivata all’obiettivo…

  1. Ciao, sempre belli è molto interessante i tuoi riflessioni. Saluti ☀️ 👋 Wolfgang Greb 🏡Via Fratelli Benedetti 13 38065 Mori TN 📞+393482362416 Am 2. Mai 2022 20:23:53 schrieb Laura Endrighi 2021©

    "Mi piace"

Rispondi a Laura Endrighi Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.